Come sciogliere il cioccolato

Ecco come sciogliere il cioccolato senza aggiungere altri ingredienti nè alterare il sapore. Occorre avere un pentolino e una ciotola che abbia lo stesso diametro del pentolino.

Tritare il cioccolato il pezzetti piccoli e metterlo in una ciotolina.
Mettere a bollire tre dita di acqua nel pentolino a fiamma viva. Una volta raggiunta la temperatura di ebollizione, spegnere la fiamma e adagiare la ciotolina con i pezzi di cioccolato, facendo attenzione a non far entrare dell’acqua nella ciotola.

Coprire la ciotola con un piatto ed attendere dai 10 ai 15 minuti che il cioccolato si sciolga. Una volta sciolto, mescolarlo con un cucchiaio ed adoperarlo per la ricetta scelta.

Questa procedura può essere adoperata indifferentemente per sciogliere il cioccolato fondente, al latte, bianco o qualsiasi tipologia di cioccolato si preferisca.

5 thoughts on “Come sciogliere il cioccolato

  1. Ciao,
    scusa l’ignoranza ma come fai a far sciogliere la cioccolata senza mettere la ciotola nell’acqua bollente?
    ” spegnere la fiamma e adagiare la ciotolina con i pezzi di cioccolato evitando che la ciotola venga a contatto con l’acqua.”

    1. allora: metti una pentolina piccola con l’acqua sul fuoco. metti sulla pentola un piatto di ceramica tipo (niente di plastica che si scioglie). nel piatto metti il cioccolato.
      a mano a mano che l’acqua sotto si fa piu’ calda il cioccolato nel piatto inizierà a sciogliersi! quando togli il piatto fa attenzione che sarà caldissimo

    2. hai ragione, è scritto in maniera ambigua. Intendevo che l’acqua non deve entrare nella ciotolina. Ora correggo, grazie per la segnalazione.

  2. Ciao. volevo esporrere un mio problema.
    Oggi ho fuso il cioccolato fondente a bagno maria per fare dei cioccolattini con gli stampi in silicone.
    Il primo problema che ho riscontrato e che il cioccolato, una volta sciolto, aveva una consistenza come la nutella per cui difficile per riempire gli stampi.
    La marca del cioccolato non è famosa ma è prodotta a Torino; nonostante ciò, ho ripetuto il procedimento con del cioccolato fondente di una marca famosa del Piemonte.
    In quest’ultimo caso l’impasto è andato molto meglio; anche se non si presenta liquido come nei video, sono riuscito a riempire gli stampi con l’aiuto di un cucchiaino.
    Ho posto gli stampi nel congelatore per la solidificazione, dopo 30 minuti li ho tirati fuori e messi a temperatura ambiente.
    Il secondo problema riscontrato è che, prendendo un cioccolattino con le mani, si scioglieva rapidamente e scivolava via, proprio cone se stessi prendendo un pezzo di ghiaccio, molto diverso dal cioccolato prima della lavorazione.
    Mi sapete dare qualche consiglio? Non mi va di fallire miseramente ogni volta che creo qualcosa in cucina.
    Grazie.
    Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *