Proteggi chi ti guarda: che cos’è la DMLE e come prevenirla

La Degenerazione Maculare Legata all’Età (DMLE) è una malattia della retina ancora poco conosciuta ma molto diffusa, al punto da rappresentare una delle maggiori cause di cecità e di ipovisione.

Chi è colpito dalla malattia perde completamente la visione centrale: in altre parole, quando si guarda un volto, un oggetto o un panorama si riescono a distinguere soltanto i contorni, i margini esterni dell’immagine. Nella vita di tutti i giorni si ha difficoltà come leggere, guidare, controllare l’ora e riconoscere un viso.

Il principale fattore di rischio è l’età: superati i 70 anni almeno una persona su quattro viene colpita dalla malattia. È difficile riconoscere l’insorgere della DMLE perché può iniziare colpendo un solo occhio, non provoca dolore e a volte avanza così lentamente che vengono notate solo piccole deformazioni delle immagini.

Per prevenirla, si può fare molto con una diagnosi precoce e un intervento terapeutico tempestivo. Il consiglio è sottoporsi con regolarità a visite oculistiche e adottare uno stile di vita sano, con un’alimentazione ricca di frutta e verdura e povera di grassi. Sono assolutamente da evitare sigarette e bevande alcoliche.

Come valido strumento di autodiagnosi si consiglia il test di Amsler, che permette di rilevare le tipiche distorsioni nelle immagini, spie indicatrici di danno maculare. In presenza di sintomi è necessario rivolgersi tempestivamente ad un oculista.

All’aumentare dell’incidenza della degenerazione maculare legata all’età è cresciuto anche il numero degli studi effettuati su di essa per cercare, oltre che di chiarirne le cause, di individuare la cura.

Alimentazione

È stato così accertato che una corretta alimentazione può aiutare a rallentare e in certi casi prevenire lo sviluppo della DMLE.
Gli agenti antiossidanti naturali (carotenoidi) presenti nei vegetali a foglia verde (spinaci, broccoli, cavoli, lattughe, ecc.) svolgono azione protettiva per l’occhio, in particolare proprio per la macula ove sono normalmente presenti. Un’alimentazione ricca di tali sostanze sarebbe di grande aiuto.
Quando ci si trova di fronte ad un quadro iniziale ma progressivo di maculopatia è bene assumere tali sostanze, oltre che con la dieta, anche sottoforma di capsule (medicine/integratori).
Inoltre l’eliminazione del fumo e controlli accurati del sistema cardiovascolare sono assolutamente raccomandabili, bisogna infatti valutare anche l’eventuale uso di farmaci vasoprotettori.
Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità IAPB Italia onlus.
Il Numero Verde di consultazione oculistica è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.

NOTA: il test ha un carattere puramente indicativo a causa dell’approssimazione dei mezzi utilizzati (ad esempio il monitor può essere talvolta ingannevole) e non può affatto sostituire la valutazione diretta da parte del medico oculista. Inoltre il risultato ottenuto non consente di escludere l’eventuale presenza di malattie oculari che vanno diagnosticate grazie ad esami clinici approfonditi. Si consiglia, pertanto, di non dare molta rilevanza ai risultati del test; ma, se ci si accorge di qualche anomalia, si consiglia comunque di rivolgersi a un medico specialista per una visita accurata

2 commenti su “Proteggi chi ti guarda: che cos’è la DMLE e come prevenirla

  1. non ne avevo mai sentito parlare,grazie. ho fatto fare il test ai miei genitori! come sempre il fumo è causa di tantissimi problemi!

    • è un tema importante pepito, tutte le malattie se diagnosticate in tempo possono essere risolte piu facilmente! Se hai dubbi o vuoi un consiglio in merito usa il numero verde indicato nell’articolo!

Lascia un commento

I have read the privacy policy and I accept the treatment of my personal data in compliance with the Italian Legislative Decree 196/2003.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.