Preparare il narghilè

Avete acquistato un narghilè in Egitto, India o in altre parti del mondo e non sapete come utilizzarlo? Ecco la spiegazione semplice e veloce per rendere il vostro oggetto esotico qualcosa di meglio di un grazioso soprammobile.

Il narghilè può avere diverse dimensioni, ma per usarlo per fumare deve essere dotato della valvola di sicurezza, il tubo per aspirare il fumo e un contenitore in ceramica sulla sua estremità, proprio come mostrato nella figura. Per incastrare tra di loro i componenti, deve possedere delle parti in plastica e guarnizioni che chiudono i fori per non far disperdere il fumo all’esterno.

Svitare la parte inferiore in vetro e riempirla di acqua in modo che la canna di metallo del vostro narghilè vi rimanga immersa per circa 3-4 cm. Richiudere accuratamente il narghilè facendo attenzione a incastrare i pezzi nella guarnizione. Inserire il tubo e mettere alla estremità che servirà per fumare un bocchino usa e getta ( è fondamentale per la vostra igiene specialmente se è fumato da più persone).

Posizionare il piattino e il contenitore di ceramica sulla sua estremità. Appoggiare sul contenitore 10-15 grammi del tabacco da narghilè al gusto che si preferisce (alla mela verde è ottimo) e sparpagliarlo con le mani in modo da non compattarlo. Prendere un piccolo foglio di carta alluminio, metterlo sopra al tabacco, e praticare tanti piccoli forellini aiutandosi con uno stuzzicadenti.

Prendere i carboncini fatti per il narghilè (hanno una forma tonda che combacia perfettamente con il contenitore di ceramica e sporcano meno) accenderli all’aperto e quando sono diventati biancastri, metterli sopra l’alluminio. A questo punto la preparazione iniziale è conclusa e ogni carboncino dovrebbe garantire 30-40 minuti di fumata. Aspirare più volte per arroventare meglio il carboncino, all’interno del narghilè si formeranno delle bolle prima e apparirà un pò di fumo all’interno.

A questo punto sarete pronti per godervi la fumata aromatica. Se si dovesse incontrare qualche difficoltà nel tirare il fumo, controllare la valvola di sicurezza e nel caso, allentarla.  Ricordarsi di cambiare sempre l’acqua al termine della fumata e pulire i tubi con degli oggetti appositi per godere al meglio del piacere della fumata senza residui fastidiosi di quella precedente.

24 thoughts on “Preparare il narghilè

  1. guardate, i carboncini si comprano facilmente a 2 euro dal tabacchino normale, magari non ce li hanno tutti ma si trovano, idem tabacco per narghilè.

  2. molto utile la spiegazione,altrimenti sasrebbe rimasto la come soprammobile.ps.ma il fumo si può aspirare come la sigaretta e mandarlo giù oppure no?

    1. non, non li dai ascolto il fumo non lo devi aspirare ,se lo fai fumando un nargilè e come fumare un pacchetttttttttto di sigharette

  3. I carboncini li si trova facilmente anche in appositi negozi, siti in più o meno tutta italia, detti GrowShop…diciamo che vendono molte cose dedicate ai fumatori non convenzionali…per i tabacchi invece, purtroppo in italia se ne trovano pochi gusti…è bene ordinarli da internet, magari su Amazon.com..se ne trovano molti di più poichè d’importazione..oppure andate a farvi una vacanza a Sharm e rifornitevi :)
    Su Amazon cercare Hookah..

  4. okkio perche’ i carboncini rapidi sono tossicissimi, con acceleranti e prodotti chimici. sono nati per bruciare incenso, non per essere respirati. vedete tabaccologia.org, ci sono i dubbi e le prove!

  5. CIAO VOLEVO UN INFORMAZIONE MI HANNO REGELATO UN NARGHILE SO COME SI USA MA NON SO SE POSSO UTILIZZARE IL TABACCO NORMALE ESEMPIO SIGARETTE OPPURE CI VUOLE PER FORZA QUELLO AROMATIZZATO? ATTENDO RISPOSTA GRAZIE

    1. il tabacco normale non ha nessun sapore, il narghilè è particolare appunto perchè fumando del tabacco aromatizzato, ti lascia un buon sapore di frutta in bocca. In ogni caso si trova facilmente quello aromatizzato nelle tabaccherie specializzate o nei negozi che vendono bracciali e oggetti indiani o orientali

    1. ciao,io l’ho comprato in egitto, ha la consistenza di marmellata a forma di mattonella, molto umido e appiccicoso. l ho pagato circa 5 euro ed è molto, per le stecche solo c’è il divieto di introdurre in italia una stecca a persona (22 euro in egitto)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *