Creare con il Fimo

Tutorial di Kizca

Questo articolo è stato scritto da Kizca, creatrice della pagina Facebook Fimo Shock o Choc . Lei realizza per hobbie collane, bracciali, orecchini e vari tipi di oggettistica con il Fimo. Andate a dare una occhiata alle sue creazioni ;) Le foto contenute Angry Birds e la Geisha sono sue creazioni.

Il Fimo è una pasta sintetica che viene utilizzata per creare o decorare ogni tipo di oggetto. La particolarità di questo materiale è che non asciuga all’aria, ma viene cotto in normalissimi forni casalinghi (anche se esiste un particolare tipo di Fimo, il “Fimo air light”, che è come il più comune DAS e asciuga all’aria).

Esistono vari tipi di paste sintetiche simili al Fimo come ad esempio il Cernit, il Kato o il Premo, ma per tutti coloro che vogliono approcciarsi a questa simpatica passione consiglio di iniziare con il Fimo che è sicuramente il meno costoso (il prezzo si aggira intorno ai 2€ a panetto), è il più semplice da lavorare ed anche più reperibile sul mercato.

Esso si presenta in panetti da 56g che possono sembrare piccoli, ma vi assicuro che riuscirete a fare tantissime creazioni prima di esaurirli, quindi non fatevi prendere la mano al momento di acquistarli!!

Per iniziare vi consiglio di comprare i colori primari che sono:

  • Il bianco basico n° 0
  • Il nero n° 9
  • Il rosso ciliegia n° 26 o il rosso indiano n° 24 (a seconda del vostro gusto)
  • Il giallo girasole n° 16
  • Il verde mela n° 50 oppure verde tropicale n°53
  • Il blu pacifico n°37 oppure blu brillante n°33

Mischiando tra loro questi colori è possibile ottenerne degli altri, un pò come funziona per le tempere o gli acquerelli.

Adesso vi starete chiedendo “Ma questo Fimo dove lo compro?”
Ebbene il Fimo può essere acquistato nei negozi di belle arti oppure nelle cartolibrerie più fornite. Se abitate in un paesino dove al massimo c’è una salumeria un macellaio e passando per strada ci sono le caprette che vi fanno “CIAO!” l’unica alternativa è affidarsi al vasto mondo di internet ed ovviamente al postino!
I siti più convenienti dove acquistare il Fimo sono due:

  • FimoSoft Qui trovate tutti i tipi di Fimo dal classic al glitter al marmoreo, le spese di spedizione sono però abbastanza care.
  • Brico tutto Questo invece è il sito di un negozio che si trova a Caserta che si chiama “Brico Tutto” le spese di spedizione in tutta Italia sono ottime (siete voi a scegliere in che modo ricevere il pacchetto se con posta prioritaria o con raccomandata), spesso ci sono anche delle buone offerte per chi compra più pezzi e la signora Loredana (la simpaticissima proprietaria) è molto gentile e affabile sempre pronta a dispensare consigli e a soddisfare le vostre richieste.

 

Una volta preso il Fimo, non andate in giro ad acquistare attrezzi costosi come quelli per scolpire, modellare etc..

Per iniziare serve:

  • Un pò di stuzzicadenti utilizzati per fare piccole rifiniture
  • Un pennerello uniposca, o simile, che potete usare a mò di matterello per spianare la pasta
  • Qualche pennello di piccola taglia che vi serve per passare il lucido, o per dipingere sulle vostre creazioni piccoli dettagli con la vernice acrilica
  • Un cutter
  • Una tovaglietta plastificata (quelle che si usano per fare colazione vanno benissimo) che vi servirà come piano di lavoro
  • Tanta tanta fantasia

Una volta costruito il vostro oggetto bisogna cuocerlo. Per le prime volte vi consiglio di infornare a 100° per 15 minuti in modo da non far bruciare le vostre creazioni. Man mano che prenderete confidenza con il vostro forno potete aumentare la temperatura o il tempo di cottura a vostro piacimento.

Attenzione!!!! l’importante è che il Fimo non bruci perchè, in tal caso, sprigiona componenti tossiche che si depositano all’interno del forno e potrebbero far male nel momento in cui andrete ad usarlo per cuocere i cibi.

Sul tema della tossicità del fimo ci sono pagine e pagine di discussioni: io sono dell’opinione che se avete la necessità di cuocere grandi quantità di fimo, dovreste acquistare un piccolo fornetto di quelli elettrici e dedicarlo solo a questo scopo (i fornetti fra l’altro non costano molto se ne trovano anche a 15€). Se invece volete provare a fare giusto qualcosina per iniziare e non vi va di spendere tanti soldi per acquistare un fornetto, potete utilizzare anche quello di casa ma dovete fare veramente molta attenzione a non bruciare il Fimo.

Queste sono su per giù le cose da sapere per iniziare. Stay tuned per nuovi update e tutorial!!

3 commenti su “Creare con il Fimo

  1. Interessante, scritto bene rispetto ad altri articoli sul fimo. Io l’ho comprato di recente, ma volevo sapere se si devono per forza usare gli acrilici o si possono usare anche le tempere? Al momento non saprei cosa usare per rifinire, perché non ho acrilici.. Grazie!

  2. questo è veramente l’articolo migliore che mi è capitato di leggere sino ad ora; in più è molto chiaro… ultimamente però mi sono incaponita (malgrado la mia “inesperienza” in materia) di voler creare una statua… ma prima devo “farmi le ossa” con questa pasta modellabile…

Lascia un commento

I have read the privacy policy and I accept the treatment of my personal data in compliance with the Italian Legislative Decree 196/2003.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.