google drive

Lo spazio disponibile sul vostro account Google Drive si stà esaurendo?

Da domani, Giovedì 26 Settembre 2013, non avrete più la necessità di eliminare files in eccesso!

Google fornirà infatti gratuitamente 10 GB di spazio disponibile su Google Drive per 2 anni!

L’aggiunta dei 10 GB di spazio di disponibile non è però immediata ma è subordinata all’attivazione di un’altro servizio gratuito di Google, Google QuickOffice.

Google QuickOffice è anch’esso un servizio molto interessante in quanto consente di modificare files Word, Excel, PowerPoint … e tutti i formati generati dal pacchetto Microsoft Office.

Esso permette dunque di generare files perfettamente coerenti con gli standard di Microsoft Office e di rendere tutti i files generati tramite Google leggibili e modificabili anche da utenti che non possiedono un account Google.

In più, Google QuickOffice consente di creare cartelle compresse (files .zip), utile per coloro che non dispongono di un software di compressione dei files.

QuickOffice è inoltre cross-devices, ossia esattamente come accade per Google Documents, Google Drive… , sarà sufficiente attivare Google Quick Office su un dispositivo per poterlo utilizzare su tutti i dispositivi , siano essi pc, tablets o smartphones, purchè essi siano loggati al proprio account Google.

 

Ma vediamo nel dettaglio i passaggi da eseguire per ottenere 10 Gb di spazio aggiuntivo per 2 anni su Google Drive:

  1. Installate ed attivate Google QuickOffice all’interno dell’app Store di Google;
  2. In seguito all’installazione, effettuate nuovamente il log-in al vostro account Google;
  3. Riceverete in automatico la notifica dell’incremento dello spazio disponibile su Google Drive.

 

Tale procedura sarà disponibile a partire da domani. Ancora non è chiaro se l’offerta è disponibile solo per gli account personali, denominati generalmente “Account Google” o anche per gli account “Corporate” ossia aziendali.

Non resta che attendere domani per scoprirlo.

Nel frattempo se volete approfondire l’argomento, potete consultare il post pubblicato sul blog ufficiale di Google Drive.

A presto con nuovi aggiornamenti!